Innamorarsi con gli occhi la vista come senso predominante
1563
post-template-default,single,single-post,postid-1563,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive

Innamorarsi con gli occhi

28 Jun Innamorarsi con gli occhi

 

 

 

Conosci  il detto “prima si mangia con gli occhi“? Ti è mai capitato di essere seduta a un ristorante hai visto passare un piatto per il tavolo vicino al tuo e hai pensato : “voglio quello!” ? La mia vista poi “comanda” il mio cervello quando è ora di scegliere.  Se una pietanza mi attrae, per come è disposta, presentata per i colori, i dettagli e quel tocco in più decido di mangiarla molto più volentieri.

Oppure ti sei mai trovata nella situazione in cui passeggi tranquilla e passando davanti a una vetrina decidi di entrare e dare un occhiata perché qualcosa ti ha colpito visivamente? Eppure non avevi pensato di fermarti a fare shopping.

Nel mio caso è così…tra i cinque sensi di cui siamo dotati la vista è quello che “influenza” di più le mie azioni. Non perché abbia 10 decimi di diottrie per occhio  🙂 ma perché mi Innamoro con gli occhi. Di cosa? Di tutto:

  • del colore dell’erba di montagna che è un verde che sembra brillare
  • di un dipinto quando ne seguo le pennellate sulla tela con lo sguardo in un museo
  • della luce che filtra tra le foglie degli alberi
  • delle espressioni buffe e degli occhi che sorridono
  • del profilo miei bimbi che dormono e io li osservo in silenzio
  • di un patio  pieno di cuscini e  posate colorate pronto per una festa
  • di un tessuto con un intreccio particolare di trama
  • di una stoffa dal disegno particolare che subito mi suggerisce un idea

 

La lista potrebbe continuare, elencando tutta una serie di esperienze dove la parte visiva  è predominante sugli altri sensi. A volte collabora con l’olfatto come quando sento il profumo del pane appena sfornato uscire dalla panetteria ed entrando vedo tutte le pagnotte in fila belle ordinate con le sfumature di colore e i gusti differenti e comprerei tutto il negozio.

La mia vista poi “comanda” il mio cervello e il mio istinto. A volte questa cosa mi sembra “effimera” e quindi  rifletto su questa cosa e mi chiedo perché la razionalità che è una delle caratteristiche della mia personalità venga meno.  Perché a volte bisogna anche lasciarsi andare, essere istintivi, allegri e improvvisare.

 

Il risultato è sempre buono? Non sempre si vince …

  1. Alcune volte mi pento o rimando delusa di quello che ho acquistato/mangiato guidata solo dal fatto che mi sembrava bello, ma poi la maglietta non mi sta come al manichino o la caponata di verdure si è rivelata un purè di sapori indistinguibili. Andrà meglio la prossima volta, imparo la lezione. Altre volte un piatto meno “bello” si rivela buonissimo e appetitoso.
  2. Nella scelta degli acquisti on line dove non tocco il prodotto ma lo vedo attraverso le foto,  scelgo da chi ha più foto, con i dettagli. Quando cerco di prenotare un hotel o un appartamento per le vacanze per esempio, scarto a priori chi non ha foto di interni o esterni della struttura. E mi chiedo ma se non mi mostri qualcosa c’è un perché? Questo mi ha permesso fino ad ora di essere quasi soddisfatta delle mie scelte.
  3. Le volte in cui la vista non mi basta, mi faccio aiutare dagli altri sensi, come per esempio il tatto come quando scelgo dei tessuti nuovi e ne voglio sentire la “mano” cioè la morbidezza, il peso, la lucentezza, il drappeggio.

 

Che conclusioni ne traggo nel mio caso?

  • Non sempre la vista è infallibile, va aiutata e supportate dagli altri sensi, olfatto e tatto ma anche udito e gusto.
  • A volte mi devo fidare solo della  vista,  ma se la sua esperienza è limitata non posso rischiare. (quando compro un tessuto on line e non lo tocco ne prendo un campione)
  • A volte bisogna andare oltre le apparenze, magari una semplice pallina bianca di gelato nasconde un cuore di cioccolato e una granella golosissima…

 

Aguzzate la vista, ma educatela a vedere anche oltre. (cit mia 🙂 )

 

 

 

 

The following two tabs change content below.
Fashion Designer Crafter .Ti aiuto ad avere stile tutti i giorni nella tua vita quotidiana. con piccoli e grandi accessori fatti a mano secondo la tradizione sartoriale Italiana.

Latest posts by KatiaFabricStudio (see all)

No Comments

Post A Comment