Blog

26 Oct Una valigia senza stress

valigia-senza-stress

 

Ho deciso di chiudere il mese dedicato al tema dell’organizzazione parlandovi del mio modo di fare la valigia. Considerando che siamo anche a ridosso del ponte di Ognissanti e quindi di un possibile week end lungo da passare fuori casa mi sembra un buon argomento.  Che tu sia a caccia di streghe, fantasmi o zucche. molte sono le occasioni per staccare la spina e fuggire a ricaricare le energie e mi pare una buona idea darvi qualche mio consiglio.

Comincio col dire che fare la valigia è insieme uno stress e un piacere. Il primo perchè implica tempo per farla,  e ansia sul cosa e come metterci dentro. Serve tempo per preparare la biancheria da portare, e sappiamo che oggi di tempo non ne abbiamo mai abbastanza.  Secondo,  è implicito  che si tratti anche di un piacere perchè probabilmente hai tra le mani un biglietto aereo/treno che ti porterà a vivere un’esperienza nuova e piacevole. Il tuo entusiasmo è palpabile e l’attesa è dolcemente frizzante.

Io faccio spesso le valigie, (o perlomeno più volte l’anno) non tanto per delle vere vacanze anzi solo in minima parte, ma perchè ho la mia famiglia di origine lontana dal luogo in cui vivo, e per questo mi reco spesso a trovarla in diverse occasioni quando posso. La grandezza delle stesse? Normalmente io viaggio in macchina con la famiglia e cerchiamo di fare piccoli trolley o borsoni. La dimensione  e il tipo di valigia in generale dipende da molti fattori:

  • se il tuo viaggio è  in aereo hai un limite di peso consentito e da quello è meglio non sforare di troppo per non pagare extra costosissimi e  sei costretta a porti dei limiti
  • Invece se prendi il treno non hai limiti di dimensione/peso ma attenta che devi portarla tu, e posizionarla in spazi portagagli o addirittura alzarla sopra la testa e normalmente avere anche una mano libera per ogni qualsivoglia necessità.
  • Infine se ti muovi in auto, sei limitata solo dalla capienza del veicolo…attenta però a non ritrovarti in autostrada con un veicolo dal fantozziano aspetto e pianale a 5 cm da terra. (anche per ovvia questione di sicurezza stradale)

Come risolvere? Ecco la mia lista di consigli per una valigia senza stress collaudati ormai da parecchie borse fatte e disfatte:

  1. Fai una lista delle cose da portare, falla almeno 15 gg prima per i viaggi lunghi e 3/4 per quelli brevi. Bastano carta e penna o l’app note del cellulare se la preferisci. Così puoi aggiungere giorno per giorne, cose che ti sei dimenticata in prima battuta,  comprare ciò che ti manca e preparare il resto. Inoltre la lista ti aiuterà a non dimenticare nulla quando stai per chiudere la valigia sia prima di partire sia per viaggio di ritorno. dividi vestiti da accessori e rodotti personali. Se hai bimbi piccoli, fai una lista a parte per loro, considera anche le necessità mediche,
  2. Cerca di mettere capi combinabili/intercambiabili tra di loro, in modo da indossare lo stesso pantalone con due magliette diverse, o lo stesso golfino sopra abito e gonne. In questo modo ti limiterai nel numero di capi da portare.
  3. Metti un capo jolly per occasioni improvvise. Es? un tubino nero che va sempre bene nelle occasioni un pò più “in” che si potrebbero presentare.  Come lo esalti? con accessori particolari ; una collana, una sciarpa/stola, una spilla. Alla fine non occupa molto posto e ti farà da salvagente per la serata di “gala” che si dovesse presentare.
  4. Evita i maxi beauty gonfi come palloncini…Dividi il più possibile in pochette medio piccole e usale per incastrare i “vuoti” tra i vestiti. Magari dividi il make up base, dalle creme corpo, o dal kit manicure etc in piccoli astucci, sarà più facile trovare e usare questi prodotti in vacanza. Ricordati quello per i gioielli o accessori piccoli (foulard, fasce capelli, occhiali etc) Se vuoi puoi vedere i miei astucci qui.
  5. Prediligi tessuti facili; che non vadano stirati molto, es viscosa in estate che è anche molto fresca e microfibra o pile  per esempio in montagna in inverno, così li estrai dalla valigia e non hanno bisogno di molta manutenzione. Se ami il lino ahime sappi che devi avere la possibiltà di stirarlo. Se vuoi solo “rianimare” qualche capo e sei in hotel apri l’acqua calda e crea un pò di vapore in bagno,  appendi la camicia su una gruccia  e lasciatela dentro qualche minuto al vapore, così giusto per dargli un aria meno schiacciata.
  6. Capitolo scarpe ; nota dolente perchè occupano tantissimo spazio..la cosa migliore sarebbe limitarsi..ma capisco e io sono la prima che vuole la scarpa giusta a seconda dell’outfit, per cui due consigli proprio spiccioli, indossate per il viaggio le scarpe più ingombranti che dovete portarvi, es io in questo periodo indosso stivali e metto in valigia le ballerine. Secondo mi trovo molto bene a viaggiare con quei borsoni tipo squadra di calcio che hanno un fondo con lampo rigido e la sacca sopra tipo questo qui. Nel fondo sotto infilo scarpe e beauty e sopra solo i panni, tutto meno schiacciato e ben posizionato. Avere un marito che gioca a calcetto in questo caso è servito a qualcosa!
  7. Per ultimo le borsette, anche qui vale un pò il discorso delle scarpe, se ti piace sfoggiarne  diverse valuta delle tracolline piatte o clutch bag che non occupino grandi spazi e indossa quella grande durante gli spostamenti.

Naturalmente devi anche valutare come fare la tua valigia in base  a dove vai in vacanza, io quest’estate ho affittato un appartamento da AirBnb in Trentino ben accessoriato in cui avevo anche la lavatrice, per cui ho potuto lavare alcuni vestiti questa cosa che  con i bimbi si è rivelata specialmente provvidenziale limitando il volume dei miei bagagli 🙂

Se cerchi idee su come piegare i vestiti in valigia ti consiglio questo video che applica il metodo di Marie Kondo in cui applica la sua teoria con la quale arrotola i vestiti e non li piega, così sembra si stropiccino di meno. Io non l’ho ancora testato devo dire la verità, ma volevo farlo per la valigia dei bambini nella prossima occasione, poi ti racconterò come mi sono trovata.

La prossima volta…

Con la prossima settimana, inizierà novembre, di solito visto come il mese più triste dell’anno, io invece ti porterò nel mondo del colore, perchè ti racconterò un pò del mio lavoro e in particolare di come nascono le mie Easy Tshirts. Non le conossci? Vai a vederle subito qui e poi torna per il post il prossimo mercoledi!

 

Read More

19 Oct Un metodo semplice per organizzare la tua borsa

woman bag

 

Mio marito dice sempre che l’ultima cosa che vorrebbe fare è cercare qualcosa nella mia borsa perchè potrebbe non uscire più per mesi…Scherzi a parte, donne confessate…chi non ha una borsa piena zeppa di cose e se ne cerca una deve rovesciarla di brutto?

Facciamo un piccolo esempio di cosa mediamente contiene la borsa di una donna:

Portafoglio bello gonfio di tessere…e pochi soldi, Cellulare e/o altre device, Fazzolettini, Caramelle, Chiavi, Pezzi vari di makeup, Salvaslip, penna, carta, crema per le mani, acqua, shopper multiuso per la spesa, bollette o varie da pagare in scadenza così se si passa davanti alla posta o la ricetta per ritirare in farmacia.

Aggiungiamo che sia pure mamma:

Biberon/Borraccia per i bimbi, Merende varie e snacks, Biancheria di ricambio, Giochini vari, Salviette e/o pannolini…

Mettiamo anche che sia una donna previdente o faccia lunghi tragitti:

Un collant di ricambio, non si sa mai in ufficio si smagliasse la calza….e un’aspirina per mal di testa improvvisi, gli auricolari e magari un libro da leggere oppure l’ombrello.

Bene a questo punto abbiamo un baule…io almeno viaggio mediamente con tutte queste cose (tranne il collant lo confesso perchè le occasioni in cui lo porto sono molto poche) Dimentico qualcosa? Vuoi aggiungere altro?

Sapete quanto tempo impiega una donna a trovare una penna in borsa? 15 sec, vi sembra poco? tanto? io ho trovato il mio personale metodo, perchè viaggio sempre con delle belle totes grandi proprio per poter portare tutto di cui sopra, ma ho imparato a suddividerlo per evitare ansie inutili. Ecco i miei quttro consigli utili per organizzare la borsa e non perdere più nulla.

  • Scelgo borse multitasca dentro o fuori non importa, e nelle tasche tengo chiavi, caramelle, penne e in generale le piccole cose.
  • Proteggo oggetti delicati come il telefono con le giuste cover per evitare graffi e piccoli urti.
  • Uso pochette e cases per suddividere i vari contenuti; una per il make up, una per salvaslip e creme, una per medicinali.
  • i documenti vari e in genere la carta le tengo in buste trasparenti, quelle dei raccoglitori per capirci così non perdo nulla e si stropicciano di meno

 

Questo è un semplice metodo, che non tutti usano, ma che mi permette di avere una borsa in ordine e quindi:

  • risparmiare tempo nel cercare le cose
  • rispondere al telefono  o ai bisogni dei bambini evitando attese e pianti
  • non essere imbarazzata perchè dalla borsa non fuoriescono più “calzini sporchi” o altro.

Se ti piace l’idea di avere delle pochette che ti aiutano a contenere tutto e sono anche belle da vedere e da utilizzare come minibag, dai uno’occhiata alla mia gallery Bag & Co su questo sito, cliccando qui.

Puoi trovare tutte le mie ultime bustine e pochette ideali da tenere in borsetta, inoltre sono comodissime nella pausa caffè quando esci e ti porti solo cellulare e chiavetta o monetine con te, puoi vederne in anteprima anche quelle che ancora non trovi nello shop. Inoltre ti ricordo che per tutti gli ordini il packaging natalizio è compreso!

Piccola anticipazione per il prossimo post del mercoledi;  concluderemo il mese di ottobre e il suo argomento “Organizzazione”, passando attraverso Halloween a novembre. Ti aspetto!!

 

Read More